Revisione auto: cos’è, come funziona e cosa cambia nel 2019

Revisione auto: cos’è, come funziona e cosa cambia nel 2019

La revisione auto è un controllo obbligatorio periodico previsto dal Codice della Strada per i veicoli a motore con lo scopo di accertarne le condizioni di sicurezza, i livelli di emissioni inquinanti e l’idoneità del veicolo. Ogni 4 anni, quindi, occorre fissare un appuntamento con l’officina di fiducia o da quella consigliata dalla casa madre per sottoporre il mezzo ad un check-up completo.

Da maggio di quest’anno, in seguito all’introduzione nel nostro ordinamento della direttiva UE 2014/45, le revisioni e controlli sono diventati più rigidi, tanto che le officine devono fornire un certificato di revisione dopo aver monitorato il veicolo.
L’obiettivo è quello di ridurre il numero di truffe e i raggiri al contachilometri diminuendo i chilometri realmente effettuati per aumentare il prezzo delle auto usate in vendita, con conseguente sanzione di 85,00 €.
Questo certificato deve contenere due tipi idi informazioni: i dati che identificano il veicolo e le informazioni sull’esito della revisione.

Quindi:

  • la categoria del mezzo;
  • la targa di immatricolazione e il numero di telaio;
  • i chilometri effettuati;
  • luogo, data e nome dell’officina che ha svolto la revisione;
  • l’esito del check-up;
  • la scadenza del certificato attuale oppure la data del successivo controllo.

Tutte le informazioni presenti sul certificato devono poi essere comunicate al Ministero del Trasporti e i dati sul chilometraggio saranno a loro volta inseriti nel Portale dell’Automobilista.

Occorre precisare che revisione e tagliando non sono la stessa cosa perché, mentre la prima è un controllo obbligatorio previsto dalla Motorizzazione Civile dove viene certificata o meno l’idoneità del veicolo, il secondo è un controllo previsto dalla casa madre del mezzo per visionare lo stato di usura delle componenti sia elettriche che meccaniche del veicolo. Altro discorso anche per il Bollino Blu, il quale certifica i controlli obbligatori effettuati sui gas di scarico del veicolo, le cui emissioni devono essere in regola con le specifiche normative europee.

Dove e come fare la revisione? E quali sono i costi?

Per la revisione dei veicoli ci si può recare presso le officine autorizzare oppure presso gli uffici della Motorizzazione Civile.
Ovviamente i costi e tempi saranno diversi. Vediamo perché:

  • presso le officine autorizzate il costo è di circa 65,70 € , i tempi di attesa per un appuntamento saranno minori e gli adempimenti burocratici sono compresi;
  • presso la Motorizzazione Civile il costo sarà ridotto a 45,00 € ma i tempi di attesa per fissare un appuntamento sono molto più lunghi e gli adempimenti burocratici sono a carico dell’automobilista.

Se si sceglie di revisionare il veicolo presso le Motorizzazioni Civili, occorre:

  • compilare il modello MC2100 reperibile in tutte le sedi o scaricabile online;
  • effettuare il pagamento al Dipartimento dei Trasporti Terrestri di 45,00 € intestato al conto corrente 9001;
  • fissare un appuntamento per la revisione;
  • recarsi alla Motorizzazione portando con sé il libretto di circolazione.

Ciò che va controllato va dall’esterno all’interno del veicolo, dalle cinture di sicurezza al motore, dai cristalli alla luci, passando per i freno e il cambio. Meglio non tralasciare nulla.

Quando fare la revisione?

Ovviamente tutte le volte che scade! Non è così scontato come sembra perché, la prima revisione va eseguita entro 4 anni dall’immatricolazione, mentre le successive sono obbligatorie ogni 2 anni.
Se il veicolo dovesse risultare privo di revisione in seguito ad un controllo delle forze dell’ordine, la sanzione prevista va dai 159,00€ ai 639,00€ e fino ai 7.396,00€ in aggiunta c’è anche un fermo amministrativo del veicoo di circa 3 mesi se la revisione risulta omessa per più di una volta.

Dal 31 marzo 2019, quindi, il certificato di revisione sarà un documento ufficiale e i centri di revisione, Motorizzazioni Civili e ACI avranno l’obbligo di rilasciarlo ai proprietari dei veicoli una volta terminata la revisione.

Please follow and like us:
0
20
fb-share-icon20
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Antonio

Mi sono Laureato in economia alla Bocconi, ho iniziato subito a occuparmi di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ho lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della mia carriera ho intervistato vari professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Sono un appassionato di viaggi e sociologia, se possibile di trascorro all’estero almeno un mese all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *