RC AUTO: ora i contratti saranno più chiari e comprensibili

RC AUTO: ora i contratti saranno più chiari e comprensibili

Semplicità e chiarezza, sia nel contenuto che nella disposizione, sono queste le parole chiavi che ci accompagneranno d’ora in poi.

Sicuramente avrai notato, durante il periodico rinnovo annuale dell’assicurazione, che il contratto non abbonda di chiarezza e comprensibilità, almeno che tu non faccia parte di un qualche settore attinente quello delle assicurazioni.

Per fortuna, non soltanto noi ci siamo accorti di questo piccolo problema, ma anche l’IVASS ( Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) che dopo vari riscontri ha ritenuto il linguaggio assicurativo molto spesso criptico e poco trasparante.

Ma cosa ha fatto l’IVASS?

L’IVASS ha valutato con attenzione i molti reclami ricevuti dai consumatori e ha quindi promosso una comparazione tra associazioni di consumatori, intermediari e compagnie assicurative per ovviare a questo problema.

Dal 2019 qualcosa cambierà

Una pubblicazione da parte del’IVASS avvenuta a Marzo ha dimostrato le risultanze della riunione avvenuta tra i vari enti del mercato assicurativo, tra i quali ha partecipato anche l’ANIA (Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici).

Sono state quindi definite delle linee guida da rispettare per la redazione dei contratti assicurativi già a partire dal 2019.
Il calendario che segue mostra le scadenze da rispettare per chi opera nel mercato assicurativo.
Per essere in regola, infatti:

  • entro il 1 Gennaio 2019 dovranno essere rielaborati tutti i contratti riservati alla clientela seguendo le specifiche delle nuove linee guida;
  • nell’arco del 2019 andranno quindi revisionati tutti i contratti in corso di validità.

Ma quali saranno gli effetti di queste modifiche?

Come evidenziato all’inizio dell’articolo, per i consumatori era difficile comprendere determinati argomenti,come evidenziato anche dall’IVASS.
Ora, invece, i contratti saranno strutturati secondo linee guida semplici e intuitivi per comprendere con facilità l’argomento e la sua relativa spiegazione:

  • in evidenza cosa è compreso e cosa è escluso dalla polizza assicurativa;
  • una spiegazione del significato delle clausole del contratto;
  • cancellazione dell’attuale distinzione tra condizioni generali e condizioni speciali;
  • procedura da effettuare in caso di sinistro;
  • spiegazione dei termini tecnici e delle condizioni;
  • elementi grafici aggiuntivi per una comprensione più immediata.

Il contratto elettronico

Tra le novità in arrivo vi l’ingresso in campo del contratto in formato elettronico (niente paura, per chi è abituato alla versione cartacea può stare tranquillo, entrambi i contratti coesisteranno) che da la possibilità di utilizzare molteplici funzionalità aggiuntive, come schermate e pop-up, che aiuteranno i clienti a non fraintendere il testo, grazie anche all’utilizzo di particolari ornamenti grafici per le clausole contrattuali di maggiore rilievo, come garanzie, obblighi, condizioni, esclusioni, ecc. Ci saranno inoltre ulteriori riquadri di consultazione su temi come valutazione sull’entità del danno, indennizzo e liquidazione.

Naturalmente questi sono solo alcuni dei cambiamenti che arriveranno già sui nuovi contratti nel 2019, l’elenco completo è invece consultabile sul sito dell’Ivass.

L’IVASS sarà frequentemente aggiornata (ogni 3 mesi) dalle compagnie assicurative sullo sviluppo dei nuovi contratti.

Please follow and like us:
0
20
fb-share-icon20
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Antonio

Mi sono Laureato in economia alla Bocconi, ho iniziato subito a occuparmi di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ho lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della mia carriera ho intervistato vari professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Sono un appassionato di viaggi e sociologia, se possibile di trascorro all’estero almeno un mese all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *