RC AUTO: la classe di merito è ora trasferibile anche a conviventi

RC AUTO: la classe di merito è ora trasferibile anche a conviventi

Il mercato delle assicurazioni decide di adeguarsi a quella che oggi si definisce una società in continuo cambiamento.
Infatti, dopo un attenta valutazione, l’IVASS ha deciso di aggiornare il regolamento che prima permetteva di trasferire la classe di merito solo a moglie o figli, estendolo anche ai conviventi.

A Gennaio 2018 è quindi avvenuta la pubblicazione da parte dell’IVASS di un documento contentente la bozza del futuro provvedimento.

E’ stato in seguito emanato il provvedimento (numero 72 del 16 aprile 2018) dove al suo interno si evince la possibilità di poter trasferire la classe di merito non più solo a familiari, ma da ora anche a coniugi in separazione dei beni (la precedente riforma Bersani restringeva questa possibilità solo a coniugi in comunione dei beni), partner di un unione civile e coppie di fatto.
Ma non è tutto, infatti è possibile mantenere la classe di merito anche da coloro che hanno un auto con la formula leasing o a noleggio (a lungo termine) e, in caso di passaggio di proprietà tra comproprietari o soci, è possibile chiedere il trasferimento della classe.

Ma quando è possibile mantenere la classe di merito?

Per poter usufruire del provvedimento le coppie conviventi o unite da unione civile devono poter dimostrare (quindi con tutta la documentazione necessaria) che effettivamente vivono nella stessa abitazione, portando a termine tutte le procedure richieste dalla legge.
In caso contrario o se ciò non fosse dimostrabile non sarà possibile usufruire del suddetto provvedimento.

Leasing, noleggio e soci

Attualmente chi sottoscrive un contratto leasing o di noleggio a lungo termine non può mantenere in alcun modo la classe di merito. Da ricordare che trascorsi i 5 anni la classe di merito viene azzerata e quindi, qualora si decidesse di acquistare un auto, per lo sfortunato automobilista sarebbe tempo di iniziare nuovamente la scalata dalla 14° classe, quindi come se fosse un nuovo automobilista senza esperienza di guida pregressa.

L’IVASS per tale motivo ha quindi deciso di eliminare quest’ostacolo tra l’utilizzatore di un auto a noleggio/leasing e la relativa compagnia di assicurazione, beneficiando della precedente classe accumulata nel periodo in cui aveva un auto a noleggio/leasging.
Da notare che per poter effettuare questo trasferimento di classe di merito, è necessario che l’utilizzatore sia registrato come conducente sulla carta di circolazione, altrimenti non sarà possibile applicare il provvedimento.

Ma c’è un altra classe di automobilisti interessata al provvedimento, ovvero da coloro che fanno uso di mezzi adibiti al trasporto di disabili, comproprietari, stranieri che si trasferiscono in Italia portando l’auto con se e ai soci di aziende.

Please follow and like us:
0
20
fb-share-icon20
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Antonio

Mi sono Laureato in economia alla Bocconi, ho iniziato subito a occuparmi di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ho lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della mia carriera ho intervistato vari professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Sono un appassionato di viaggi e sociologia, se possibile di trascorro all’estero almeno un mese all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *