CONSAP chi è e cosa fa

La Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici, o meglio conosciuta come Consap, è una società che opera sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico e con l’assistenza di un comitato che vede a capo il presidente della Società stessa o in sua assenza dell’amministratore delagato incaricato.

Il suddetto comitato è composto dai membri del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dai membri della Consap s.p.a., dall’IVASS, ovvero l’Istituto della Vigilanza sulle Assicurazioni e dalle imprese di assicurazione e dei consumatori.
La CONSAP, insieme a tutti i membri sopra elencati, si occupa della gestione del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada che venne istituito nel 1969 con la legge n. 990 e reso definitivamente operativo il 12 Giugno del 1971.

Come visto nell’articolo precedente ci si può rivolgere al Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada anche nell’eventualità in cui si è assicurati con un impresa che è stata messa in liquidazione coatta amministrativa.

Bisogna distinguere per tale motivo tre procedure, di cui al momento risulta attiva solo l’ultima:

  • Liquidazione dei danni a cura del Commissario liquidatore dell’Impresa in liquidazione coatta amministrativa, qualora il sinistro sia causato da un veicolo assicurato con un impresa che in quel momento risulta in stato di liquidazione coatta amministrativa o che vi vengano inserire successivamente, e che quindi i Commissari liquidatori siano stati autorizzati per l’utilizzo del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada, alla liquidazione di tutti i danni causati dalla circolazione dei veicoli assicurati con la compagnia in stato di fallimento, come si evince dall’art. 293 del D. Lgs. n. 209 del 07.09.2005.
  • Liquidazione dei danni a cura dell’Impresa Cessionaria, qualora il danno sia causato da assicurati il cui nominativo è stato trasferito ad altra Compagnia, quindi ceduto qualora l’azienda risultasse in vendita.
  • Liquidazione dei danni a cura dell’Impresa Designata, qualora il sinistro sia causato da veicoli che al momento del danno risultano assicurati con una compagnia risultante in liquidazione coatta amministrativa o che vengano inserite in seguito.
    Non devono verificarsi nessuno dei due punti esplicati in precedenza come da art. 286 del D. Lgs n. 209 del 07.09.2005 per poter presentare l’apposita domanda di risarcimento.

Quindi, se la compagnia con la quale si è assicurati è in stato di fallimento e si verifica un sinistro stradale, bisogna distinguere innanzitutto se si è nella parte della ragione e quindi essere risarciti dalla compagnia dell’altro veicolo coinvolto oppure si ha torto e quindi in questo caso sarà il Fondo per il Risarcimento delle Vittime della Strada ad emettere eventuali rimborsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *