Cos’è e cosa copre l’assicurazione Eventi Naturali

La polizza Eventi Naturali o anche detta Eventi Atmosferici, fa parte delle garanzie accessorie che l’automobilista può scegliere o meno di sottoscrivere perché, a differenza della RCA, essa non è obbligatoria. Tale polizza copre i danni al proprio veicolo causati da calamità naturali o eventi atmosferici, ovvero essa interviene in caso di:

  • ghiaccio o neve
  • inondazioni o alluvioni
  • valanghe o frane
  • trombe d’aria
  • grandine
  • bufere
  • uragani

Questo elenco varia a seconda della compagnia di riferimento e sarà tutto specificato all’interno del contratto che è bene leggere attentamente.

Il veicolo sarà coperto dall’assicurazione anche quando è fermo e, in caso di danni, compresa la distruzione totale del veicolo, verranno considerati i vincoli e le limitazioni previste al momento della stipula del contratto. Infatti, in base alle indicazioni in esso riportate, possono essere compresi:

  • massimali: un importo limite oltre il quale non è possibile essere rimborsati per il danno ricevuto, danno che viene certificato e calcolato da un perito e un consulente indicati dalla stessa compagnia;
  • franchigie: un importo minimo entro il quale non avviene l’intervento dell’assicurazione e il cui valore varia da contratto a contratto;
  • riparazioni in officine convenzionate con la compagnia: clausola che la società assicurativa può fornire o meno;
  • responsabilità dell’assicurato: l’assicurazione non interviene se è dimostrata la responsabilità dell’assicurato o di persone a cui sia stata affidato il mezzo;
  • eventi che non sono inclusi nel rimborso.

Cosa fare in caso di danno?

Per poter ottenere il risarcimento l’assicurato dovrà fare richiesta alla propria compagnia assicurativa allegando una copia della denuncia effettuata presso i carabinieri, polizia, vigili del fuoco o presso l’Osservatorio Meteorologico più vicino al luogo della calamità.

Quando conviene sottoscrivere la polizza Eventi Naturali e Atmosferici

Stipulare questo tipo di garanzia accessoria è conveniente soprattutto quando si vive o si percorrono di frequente zone particolarmente soggette al verificarsi di calamità o disastri naturali come alluvioni, frane o mareggiate.

Cosa viene escluso dalla polizza

Tutto ciò che viene escluso da questo tipo di contratti e di cui non si può richiedere un risarcimento, riguardano i danni dovuti ad invasioni e/o occupazioni militari o di guerra e esplosioni nucleari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *