Assicurazione auto: ora anche per i veicoli fermi

È delle ultime ore la notizia della Corte Europea che prevede l’obbligo di assicurare anche mezzi fermi e inutilizzati, purchè idonei alla circolazione e immatricolati.

Questa decisione scaturisce da un incidente avvenuto in Portogallo, dove un ragazzo ha usato una vettura inutilizzata e quindi non assicurata all’insaputa della madre, causando un incidente in cui ha perso la vita insieme a due altre persone.

La decisione della Corte prevede che non solo la macchina debba essere regolarmente assicurata, ma che il Fondo di tutela delle vittime di incidenti possa chiedere ricorso a colui che ha provocato l’incidente e anche a chi aveva l’obbligo di assicurare l’autovettura.

In tal senso la Corte riferisce che “qualora il proprietario del veicolo coinvolto nell’incidente sia venuto meno, come nella fattispecie, all’obbligo di assicurare tale veicolo, che gli incombeva in forza del diritto nazionale, tale organismo di indennizzo può esercitare un’azione, oltre che contro il o i responsabili del sinistro, anche contro il proprietario suddetto, indipendentemente dalla responsabilità civile di quest’ultimo nel verificarsi dell’incidente“.

Se quindi la tua auto non è stata ritirata dalla circolazione e risiede su un suolo pubblico o privato a cui le persone hanno accesso devi provvedere a munirla di un’assicurazione.

Ma analizziamo ora il fenomeno opposto. Cosa si scatenerebbe se la polizza assicurativa non fosse obbligatoria nè per veicoli fermi nè per i veicoli in circolazione?

Ovviamente se fosse così, il numero di assicurati si ridurrebbe tantissimo, ma sicuramente le tariffe assicurative non farebbero lo stesso, anzi, meno persone, prezzi più alti. Inoltre, circolare in mezzo ad auto non assicurate farebbe aumentare la quota del fondo delle vittime della strada a cui, inevitabilmente, molti si ritroverebbero ad attingere. Le compagnie assicurative, poi proporrebbero offerte allettanti ma che potrebbero avere condizioni proibitive e si ritroverebbero costrette a eliminare tutti i rischi d’impresa

Questa analisi ci fa dedurre che non obbligare gli utenti a stipulare un contratto assicurativo porta a svantaggi più che a vantaggi.

Per i rischi in strada, poi, è importante e proprio per questo obbligatorio, stipulare una polizza. Questo, non solo per i veicoli che abitualmente circolano nelle nostre strade, ma anche per quelli che, come abbiamo potuto vedere, anche se solitamente fermi causano danni a cose o persone.

I rischi stradali sono ogni giorno più alti e abolire un’assicurazione non porta ad abbassare i prezzi, nè i rischi stessi. Proprio per questo è importante prevenire e, di conseguenza, aumentare la sicurezza se essa può limitare i danni.

Please follow and like us:
0
20
fb-share-icon20
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Antonio

Mi sono Laureato in economia alla Bocconi, ho iniziato subito a occuparmi di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ho lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della mia carriera ho intervistato vari professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Sono un appassionato di viaggi e sociologia, se possibile di trascorro all’estero almeno un mese all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *