Assicurazione auto: cos’è la franchigia?

Assicurazione auto: cos’è la franchigia?

E’ la parte iniziale di danno che l’assicurazione non copre (da non confondere con il massimale). Ad esempio, se ho una polizza con massimale di 1 milione di euro e franchigia di 300 euro, in caso di incidente con torto l’assicurazione non rimborsa al leso (e quindi sarà l’assicurato a rimborsare)i primi 300 euro di danno.
Esistono polizze sia senza franchigia che con franchigia. Ovviamente, le polizze con franchigia, a parità degli altri fattori, costano meno. La polizza con franchigia puo’ essere quindi un modo per risparmiare sul premio assicurativo, ma non è comunque adatta a a chi usa molto l’auto in città e tende a violare spesso le regole della circolazione e a chi ha difficoltà durante le regole di parcheggio.

Questi automobilisti, infatti, rischiano di causare incidenti frequenti, anche se di modesta gravità. Se scegliessero la franchigia, quindi, molti dei danni da loro provocati dovrebbero rimanere a loro carico.

Tutti gli altri automobilisti, che difficilmente provocano incidenti, troveranno invece convenienza nelle polizze con franchigia.
Per questo motivo la legge 137/2000 obbliga tutte le compagnie a offrire ai propri assicurati una formula con franchigia.
Attenzione però, oggi le formule con franchigia, sono sempre abbinate al meccanismo del bonus/malus, per cui, chi ha la tendenza a causare incidenti subisce comunque penalizzazioni tariffarie.

Please follow and like us:
0
20
fb-share-icon20
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Antonio

Mi sono Laureato in economia alla Bocconi, ho iniziato subito a occuparmi di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ho lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della mia carriera ho intervistato vari professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Sono un appassionato di viaggi e sociologia, se possibile di trascorro all’estero almeno un mese all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *