Assicurazione a KM: conviene?

Assicurazione a KM: conviene?

Da ottobre 2005 anche in Italia sono presenti le polizze assicurative kilometriche (introdotte da Sara Assicurazioni). la tariffa iniziale è pari al 45 per cento di una polizza tradizionale, poi si paga tanto a chilometro. Si tratta di un’offerta interessante, dato che 39 italiani su 100 fanno non più di 10.000 km l’anno e che il caro petrolio ha fatto scendere sensibilmente, infatti, l’utilizzo dell’auto per una vasta fascia di cittadini.

Una ricerca in merito commissionata da Sara a Demoskopea ha rilevato infatti che il 38,7 per cento degli automobilisti italiani percorrono ormai meno di 10.000 km l’anno. Si tratta di oltre 13 milioni di utenti, dei quali circa la metà donne, con un’importante presenza nel Nord Ovest.
Bisogna vedere come funzionano nel dettaglio queste polizze. Ad esempio va detto che per SaraFreeKm (la prima polizza kilometrica italiana) si paga, al momento della stipula, la metà del premio Rca, scontato del 10 per cento.

Quindi se per una polizza tradizionale si pagano 1.000 euro, per SaraFreeKm se ne pagano inizialmente solo 450. Poi si paga un tanto a chilometro con un break even a 12.000 km l’anno. Fino a questa soglia si risparmia. Oltre SaraFreeKm si trasforma in una polizza tradizionale.

Ovviamente, per far funzionare tutto questo, bisogna installare (gratis, ma è previsto un canone di abbonamento annuale ai relativi servizi pari al 5% del premio della polizza Auto, con un minimo di € 80), un sistema di radiolocalizzazione satellitare, che ha una triplice funzione: conteggio dei chilometri percorsi, rilevazione della posizione dell’auto in caso di furto, sensore di crash per verificare i dati di impatto in caso di incidente.

Please follow and like us:
0
20
fb-share-icon20
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Antonio

Mi sono Laureato in economia alla Bocconi, ho iniziato subito a occuparmi di economia, salute, risparmio. Giornalista con 10 anni di esperienza, ho lavorato a ClassTv e Class Cnbc come redattore e conduttore di programmi televisivi. Nel corso della mia carriera ho intervistato vari professionisti del settore assicurativo: dalle compagnie ai broker, dalle associazioni dei consumatori agli esperti del risparmio gestito. Sono un appassionato di viaggi e sociologia, se possibile di trascorro all’estero almeno un mese all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *